content top

Oracle e Iron Man 2 insegnano Cloud Computing

Oracle e Iron Man 2 insegnano Cloud Computing

Oracle_e_Iron Man_2_Cloud_Computing

Oracle, sponsor di Iron Man 2, per spiegare alla sua clientela i vantaggi del Cloud Computing ha creato un simpatico gioco in flash che ripropone le atmosfere del film Iron Man 2. In questo gioco informativo, si chiede di rispondere ad alcuni quiz sul Cloud Computing e di ripristinare le funzionalità del computer della Oracle/Stark Industries. Nel mentre, veniamo istruiti sui vantaggi del Cloud Computing e del Grid Computing.

Divertente ed interessante!

Link al gioco

Link alla homepage di Oracle/Iron Man 2

Read More

Intel Core i3, i5 e i7: differenze

Intel Core i3, i5 e i7: differenze

intel_2010_core_i3_i5_i7_processors

Nel 2010 Intel ha completato la famiglia di processore Intel Core, basata sulla tecnologia Nehalem, novella microarchitettura dei processori che supera largamente in performance la precedente tecnologia Penryn.

Intel abbandona la classica numerazione basata sul numero di core del processore (Core Duo, 2 Duo e Quad-Core) optando per una semplificata numerazione in base alle performance: i3 è meno potente, destinato quindi a sistemi mobile o entry-level, i5 è di livello medio mentre i7 è il processore di massimo profilo.

La novità dei Core è la posiibilità di utilizzare la tecnologia Hyper-Multi-Threading: ovvero, ciascun Core può gestire due thread, in modo tale da raddoppiare il numero di operazioni eseguite dai core.

Il più potente dei Core, i7, possiede 6 Core, con una capacità di multi-thread di 12 thread.

Numero di Core:

Core i3:

2 Core (tutti i modelli)

Core i5:

Core i5-7xx: 4 Core

Core i5-7xxS: 4 Core

Core i5-6xx: 2 Core

Core i5-5xxM: 2 Core

Core i5-4xxM: 2 Core

Core i5-5xxUM: 2 Core

i7

Core i7-980X: 6 Core
Core i7-9xx Extreme: 4 Core
Core i7-9xx:  4 Core
Core i7-8xx: 4 Core
Core i7-8xxS: 4 Core
Core i7-8xxQM: 4 Core
Core i7-7xxQM: 4 Core
Core i7-6xxM: 2 Core
Core i7-6xxLM: 2 Core
Core i7-6xxUM: 2 Core
Read More

EcoClap: Batteria ricaricabile ai Nanotubi con efficienza del 99%

EcoClap: Batteria ricaricabile ai Nanotubi con efficienza del 99%

Più si sente parlare della prossima generazione di batterie ricaricabili, più la nanotecnologia sembra parte integrante del caso, mentre gli scienziati lavorano per migliorare la capacità degli elettrodi nella struttura della popolare batteria chimica ricaricabile agli ioni di litio (quella dei portatili e dei cellulari, per intenderci).

I nanofili di silicio sono una possibilità eccitante per il futuro, e una soluzione corrente utilizza nano-strutture fatte di fosfato di ferro. Ma l’impresa che stiamo evidenziando oggi, la EcoloCap, ha deciso di rivisitare il nostro versatile amico: il nanotubo di carbonio.

La società ha appena diffuso la notizia che la sua Nanobatteria di Litio-X può generare un minimo di 200 ampere/ora con una sola cella (una batteria Tesla richiede 6.831 celle) a metà del costo di una tradizionale batteria agli ioni di litio econ un’efficienza del 99 per cento.

A dDire il vero, non sappiamo se la tecnologia esiste, e non avevamo mai nemmeno sentito parlare della società prima di oggi – ma se questa soluzione si dovesse materializzare, si aprirebbe una lotta di mercato che avrebbe veramente pochi giocatori al suo interno

Fonte: Engadget

Read More

Batteria per cellulari che si ricarica “a mano”

Batteria per cellulari che si ricarica “a mano”

Intendiamoci, questo nonè un concept “Green” e né si pretende di essere “Eco-friendly”. E ‘solo una soluzione utile per una situazione difficile. La situazione è: si scarica la batteria del vostro cellulare. Allora cosa fare? Rimuovere la batteria dal retro del telefono, dare pochi giri attorno al dito indice e la batteria raccoglierà potenza sufficiente per una conversazione di pochi minuti o consentendoci un viaggio sicuro fino al caricabatteria o ad una presa elettrica.

Design by Song Teaho & Hyejin Lee

[ad#q200]

Fonte: itechfuture.com

Read More

Solid State Disk (SSD) e 2GB/s di velocità di trasferimento

Un interessante e simpatico video promozionale della tecnologia Samsung Solid State Disk.

In questo video vedremo assemblare un computer che monta 24 unità SSD da 256 GB (circa 6 TB in totale), con una vertiginosa velocità di trasferimento di 2GB/s.

[ad#q200]

Questo consente al computer in questione di:

  1. aprire l’intero pacchetto Microsoft Office in 0,5 secondi
  2. aprire 53 programmi in 18 secondi
  3. fare deframmentazione del sistema in 3 secondi
  4. svuotare il cestino contenente 700 file (nel video circa 5,6 gb) in meno di 2 secondi
  5. fare un trasferimento di 700 mb da un dvd rippato sul computer in 0.8 secondi
  6. giocare senza a problemi a risoluzioni pari o superiori a 1920×1200.

Insomma, un vero missile.

Ecco il video, in cui vedremo il simpatico Paul alle prese con questo “monstrum” di tecnologia!

Certo, attualmente nessuno può permettersi un computer come questo, ma sicuramente nei prossimi anni il mercato si indirizzerà su questo versante. Rispetto agli Hard Disk le memorie SSD sono più resistenti (possono cadere dal terzo piano di una casa, essere prese a calci o scagliate contro un muro e funzionare ancora senza problemi), consumano il 25-30% in meno, essendo prive di componenti meccaniche sono meno soggette a guasti e malfunzionamenti e sono drasticamente più performanti in termini di velocità di trasferimento ed elaborazione.

Read More
content top